Il racconto degli affetti e delle passioni con il Lab “Lovers are crazy”

I ragazzi del Campus mettono in video le loro narrazioni

È il momento di passare di fronte alla telecamera e di raccontarsi per i ragazzi del Campus “Andata e Ritorno – Sedici Modi di Dire Ciao”. Il progetto ha previsto per i suoi Giffoners il lab di auto narrazione “Lovers Are Crazy” nella giornata di giovedì 29 luglio. Si tratta del format che raccoglie le biografie di tutti i partecipanti, attraverso il racconto delle loro top ten. Il racconto di quello che preferiscono, che permette loro di esprimere ciò che provano, costruendo così un diario in video del loro percorso nell’ambito dell’l’iniziativa di Giffoni Experience, selezionata dall’impresa sociale Con i Bambini e interamente partecipata da Fondazione con il Sud per combattere le povertà educative e offrire ai più giovani l’opportunità di crescere e ampliare il proprio background umano e culturale.

Le domande attraverso le quali i ragazzi si sono raccontati alle telecamere, oltre a invitare loro a parlare di chi sono e da dove provengono, sono riuscite a far emergere tutte le emozioni dell’avventura alla cinquantunesima edizione del Giffoni Film Festival. Dai laboratori che li hanno portati ad arricchire ancora di più il loro bagaglio di esperienze, alle prime cinematografiche, agli incontri talent ai quali hanno partecipato. È stato composto il racconto di un’esperienza entusiasmante nel mondo del cinema e dell’aura da sogno che lo avvolge, della possibilità di conoscerne dal vivo i segreti e i protagonisti, che sta lasciando ad ognuno di loro ricordi, emozioni, competenze, sentimenti positivi. Realizzato con competenze accresciute dagli incontri con professionisti della narrazione, del video, dell’immagine, della cura di sé, che si sono tenuti dal 21 luglio ad oggi coinvolgendo ragazzi dagli 11 ai 17 anni provenienti da 5 regioni italiane: di Campania (Eboli e Giffoni Valle Piana), Calabria (Cittanova), Basilicata (Terranova di Pollino), Sardegna (Nuoro) e Veneto (San Donà di Piave). . 

Tutto quanto raccolto dalle loro esperienze, sarà pubblicato online su un portale che diventerà una finestra su uno storytelling vivo, collettivo, costantemente aggiornato, composto dai desideri, dalle passioni e dalle aspirazioni di tantissimi adolescenti. Considerando che il progetto si svilupperà in un quadriennio, il portale offrirà anche una timeline emozionante in cui sarà possibile vedere come, nel corso degli anni e delle esperienze, il vocabolario emotivo e il punto di vista degli adolescenti sul mondo cambierà. Arricchendosi di esperienze, saperi, emozioni.

“Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org”.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *